• Grammichele
 
 

 

 

Grammichele

 
Prov. Catania
 

Il numero 6 è ritenuto dai matematici il più piccolo numero perfetto, ovvero uguale alla somma dei suoi divisori propri. A Grammichele troviamo la piazza principale a forma di esagono e poi 6 strade principali, 6 sestrieri, 6 quartieri, 60 borghi e 60 isolati. Un impianto urbanistico così particolare si deve al principe Carlo Maria Cafiero, fondatore di Grammichele dopo la distruzione dell’antico borgo di Occhiolà a causa del terremoto del 1693.

Grammichele si presenta al visitatore elegante e ordinata. Nella piazza centrale si nota immediatamente la barocca Chiesa Madre, dedicata a San Michele Arcangelo (1724) e il Palazzo Comunale, un’antica Domus Juratoria che ospita al suo interno il Museo Civico. Sulla via Roma, la Chiesa di San Leonardo, che custodisce un importante crocifisso ligneo del XVII secolo. Una visita merita il Parco Archeologico di Occhiolà, istituito nel 1997. Si tratta di un’area di circa 30 ettari in cui sono evidenti le testimonianze archeologiche riferibili a vari insediamenti succedutisi dalla fine dell’età del bronzo fino al 1693.

Dal centro storico, attraverso una strada panoramica di circa quattro chilometri, si giunge al Santuario Madonna del Piano, uno dei pochi monumenti che hanno resistito alla violenza del sisma. A settembre, durante la Festa della Madonna del Piano, la tradizione religiosa si confonde con i percorsi enogastronomici e, in particolare, con la sagra della salsiccia, durante la quale si possono ammirare le antiche tecniche di lavorazione del prodotto.

Prenota in DAM Sicilia

Data inizio

Data fine


Numero persone